I prezzi del petrolio crollano sulla distruzione della domanda di petrolio, Trump interverrà?

Trump rovescerà i prezzi del petrolio precipitando su richiesta Distruzione, Trump interverrà? C’è un nuovo nome che viene bandito come una risposta al grande sconosciuto che è il mercato del petrolio e del gas.

La scoperta di enormi riserve di petrolio di scisto negli Stati Uniti ha suscitato enormi quantità di speculazioni sul fatto che gli Stati Uniti diventeranno presto il più grande produttore di petrolio al mondo. Poiché gran parte del petrolio mondiale viene utilizzato per i trasporti e poiché molti di noi dipendono da esso per la nostra vita quotidiana, si teme che i prezzi potrebbero aumentare presto.

Mentre l’impatto sulla distruzione della domanda di petrolio derivante dall’aumento delle forniture negli Stati Uniti sarà minimo, alcuni nell’industria petrolifera temono che paesi OPEC come l’Arabia Saudita e il Venezuela saranno tentati di aumentare la produzione per proteggere la loro quota di mercato. Se lo fanno, gli effetti collaterali dell’offerta possono essere devastanti. La carenza di forniture a breve termine può interrompere i costi di fornitura e trasporto; problemi di approvvigionamento a lungo termine possono interrompere la domanda di beni e servizi.

Il probabile impatto sui prezzi del greggio se l’OPEC aumentasse la produzione è incerto. Vale la pena notare, tuttavia, che Trump sembra abbastanza aperto all’idea di un grande presidente dell’energia se ciò significa mantenere i lavori negli Stati Uniti.

Nelle ultime settimane, Trump ha indicato che taglierà le tasse, forse fino al 15%. Vuole anche rinegoziare l’accordo di libero scambio nordamericano (NAFTA) con il Messico e il Canada, per aumentare le esportazioni statunitensi ed eliminare le normative onerose che ritiene trattenere le società statunitensi. Questa combinazione potrebbe rendere più facile per i produttori statunitensi competere contro il petrolio messicano e canadese più economico.

Ma se l’OPEC inizia a produrre più di quanto possa vendere o cerca di costringere i produttori statunitensi ad accordarsi aumentando drasticamente la produzione, è improbabile che i produttori statunitensi dispongano di liquidità per soddisfare la domanda, anche con tasse più elevate. Cosa succede se i prezzi del petrolio scendono ancora più bassi? Ecco dove entra in gioco Trump.

Trump è stato su tutta la mappa per quanto riguarda l’economia dell’olio di scisto. Ha parlato di come il costo dell’estrazione sia troppo elevato, di come la tecnologia limiti la perforazione e di come la tecnologia necessaria per realizzarla non sia ancora disponibile.

Ma è stato piuttosto incoerente nelle sue opinioni sul fatto che la perforazione per l’olio di scisto debba essere eseguita affatto. Ha detto che si oppone qualche anno fa, ma un tempo sembrava che fosse già a bordo. Nelle ultime settimane, però, ha richiesto un minor numero di regolamenti governativi.

Detto questo, tuttavia, il presidente è ben consapevole di aver bisogno dell’OPEC, in particolare dell’Arabia Saudita, di ridurre la produzione per compensare un declino della produzione di petrolio degli Stati Uniti. È possibile che Trump non comprenda appieno l’economia della produzione di petrolio e gas e quali sarebbero le conseguenze se risultasse che l’OPEC avesse bisogno di aiuto per mantenere bassi i prezzi del petrolio.

Trump non è un economista, quindi non sono sicuro di quali siano i suoi istinti in materia, ma farebbe meglio a far funzionare l’economia se vuole spingere in qualcosa di cui non sa nulla. Per cominciare, è improbabile che le riserve di petrolio di scisto che vuole sfruttare siano economicamente valide fino al 2030 o successivamente.

Mentre sarebbe bello pensare che i prezzi scenderanno ulteriormente prima che l’olio di scisto diventi un fattore, ciò non è probabile che accada. E con poche informazioni sull’economia dell’esplorazione di petrolio e gas, è difficile dire quale sia la migliore strategia che il presidente deve adottare se lo shale oil deve essere un fattore che contribuisce alla domanda e agli squilibri.

Tuttavia, non aspettarti che Trump agisca con coraggio. Più probabilmente, agirà d’istinto, e ciò significherà una decisione informata dell’Ufficio Ovale.